Chicago: il lato verde della città

Panorama Chicago

Scritto da Norma Ricaldone, special guest-writer

La prima immagine che viene in mente quando si pensa a Chicago è sicuramente una selva di grattacieli grigi ben visibili anche da lontano che danno il benvenuto al visitatore già dall’aereo.

Una vista che lascia a bocca aperta, non importa quante volte ci sei già stata.

Botanic 01

Ma Chicago non è solo grattacieli e cemento, è anche natura, verde, tanto verde che troviamo nei bellissimi parchi che punteggiano la città come macchie colorate.
E’ l’orgoglio di mostrare al visitatore non solo le specie rare e delicate ma anche la lussureggiante flora locale che è un patrimonio dell’ambiente e come tale va curata e protetta.
E di parchi Chicago ne ha molti ma sicuramente uno dei più interessanti è il Chicago Botanic Garden che si trova a circa 30 km a nord, sulle Skokie Lagoons, una serie di lagune interconnesse che confluiscono nello Skokie River.
Il parco è suddiviso in aree tematiche, il giardino orientale, il giardino delle rose, quello acquatico, piante e frutta e tanti altri ambienti ancora.
Sentieri percorribili a piedi o in bicicletta uniscono i vari ambienti.
Dopo il Centro di Accoglienza inizia il parco con le zone riservate al relax, i giochi d’acqua, gli angoli fioriti dove ogni fiore ed ogni pianta ha il suo nome e la sua posizione geografica.

Botanic 02
Botanic 03

Qui viene data particolare importanza alla flora locale a cui è dedicata un’intera area del parco.
Il Native Plant Garden è diviso idealmente in 3 zone, boschiva, prateria e giardino.
Nella parte boschiva, con piante che amano l’ombra, si può trovare anche l’American hop hornbeam, la pianta chiamata anche ironwood e la quercia bianca di palude.
Tra gli arbusti troviamo l’amamelide ed il lampone, mentre tra le piante perenni c’è anche lo zenzero selvatico, la felce di Natale e il Trillium.
La prateria è stata costruita con piante basse davanti e più alte dietro in modo che il visitatore possa “vedere” attraverso tutta la vegetazione.
La fioritura è turnata, si comincia dai prairie smoke per passare poi all’indaco ed alla petunia selvatica e per ultima fiorisce la genziana.
I fiori e le erbe di questo giardino attirano gli uccelli che in autunno banchettano con i loro semi.

L’ultima zona è l’Habitat Garden con nicchie ed alimentatori che attirano gli uccelli e le farfalle.
Rose, biancospino, bittersweet, winterberry ed altre bacche sono fonte di cibo per la fauna locale.

Botanic 04
Botanic 05
Botanic 06

Ma il Botanic Garden non è solo natura selvaggia, è anche la sapiente mano dell’umo che cura e fa crescere con amore le piante.
Nell’Herbs Garden troviamo le erbe aromatiche, un tripudio di profumi che stordisce.
Nell’Aquatic Garden colorate ninfee galleggiano pigre sulle acque, i loro colori delicati o forti risaltano sul verde delle foglie.
Ai bordi di queste vasche curatissime si può assistere ai diversi stadi della fioritura di questi meravigliosi fiori.
Questo è il luogo favorito di molti artisti che durante le prime ore di luce del mattino ne immortalano i colori.

Botanic 07
Botanic 08

Il Japanese Garden è forse la maggiore attrazione del parco, un ambiente curato e piacevole dove poter passeggiare e riposarsi immersi in una natura serena.

Botanic 09
Botanic 10

Ci si muove a piedi, in bicicletta ma anche col Tram Tour per poter avere una visione d’insieme.
Passando sulle sponde verdi della laguna si può vedere come la mano dell’uomo ha cambiato il paesaggio ma anche come la natura locale è stata rispettata perché “wild is beautiful” e dobbiamo essere orgogliosi e grati di quanto ci è stato donato senza chiederci nulla in cambio.
Se pensate di visitare Chicago non perdete questa meraviglia, vi regalerete una giornata di puro relax immersi nella natura.

Botanic 11
Botanic 12

Controllate sul sito del parco le esibizioni temporanee, ce ne sono parecchie nell’arco dell’anno.
Per esempio, tra fine Maggio e Settembre potrete entrare nel magico mondo delle farfalle, un padiglione coperto dove le farfalle volano libere tra piante e fiori.
Il costo dell’ingresso è di 6 $ ma ne vale assolutamente la pena.

Qualche informazione pratica :
Il Chicago Botanic Garden è facilmente raggiungibile in auto dal centro di Chicago.
Prendere la I-94 W in direzione Nord ed uscire a Glencoe, Lake Cook Road, in circa 30 minuti si raggiunge il parcheggio del parco.
L’ingresso è libero ma per il parcheggio si pagano 25 $.
In alternativa è possibile usare il treno, la Union Pacific / North Line dalla fermata di Ogilvie Transportation Center vicino al Loop in direzione Kenosha e scendere alla stazione di Braeside e poi da lì potete proseguire a piedi con una passeggiata di circa 15 minuti oppure prendere il taxi.
Il percorso in treno è di 50 minuti ed il costo è di 5.25 $ a tratta.
Se partite da Evanston, in Devis St potete prendere il bus #213 della Pace in direzione “Northbrook Court.”
Sono 6 fermate percorse in 35 minuti al costo di 1.75 $ a tratta.
Attenzione, il bus non fa servizio il sabato e la domenica.

(photos by Norma Ricaldone)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...