Le caverne vulcaniche di Lanzarote

0 copertina martedì eCueva-de-los-Verdes-Canary-Islands-2

Lanzarote è una delle isole dell’arcipelago spagnole delle Canarie e deve il suo nome a Lanzerotto Malocello, navigatore genovese che la scoprì nel 1312.

Questa isola dalle chiare origini vulcaniche, anche conosciuta come Isla del Fuego o Isla de los Volcanes, si trova nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico a una distanza di circa mille chilometri dalla penisola iberica e a cento chilometri dalle coste africane.

La sua temperatura media annua è di circa 22 gradi grazie all’influenza del clima sahariano ed alle correnti provenienti dal golfo del Messico.

Il Parco Nazionale di Timanfaya e il Monumento Naturale delle Montagne del Fuoco ne caratterizzano il paesaggio quasi lunare dai colori molto suggestivi.

Tutto ciò nasconde un “piccolo” segreto, delle caverne, anch’esse di ovvia origine vulcanica, molto interessanti da esplorare.

Oltre tremila anni fa, in seguito alle eruzioni del vulcano Corona, che si trova nella zona a nord di Lanzarote, si formarono diverse caverne, lunghe fino a dieci chilometri e che terminano nell’oceano, a causa dei flussi freddi dei gas nella lava.

Le Cueva de los verdes sono sicuramente la più belle e suggestive. Sono percorribili per 2 dei totali dieci chilometri, ma solo con l’accompagnamento di una guida locale.

Durante questa insolita passeggiata sotterranea si possono osservare fiumi di lava solidificata e, passando ripetutamente da ambienti ampi ad altri molto angusti, stalattiti dalle forme più strane; il tutto con un sottofondo musicale molto avvolgente creato, insieme all’impianto di illuminazione, appositamente dall’artista Jesus Soto, contribuisce, oltre alla bellezza naturale, a rendere assolutamente da visitare questi labirinti sotterranei che, incredibile ma vero, hanno anche una grande sala adibita ad auditorium nella quale ogni anno si tiene un festival new age!

(Tutte le foto sono prese da Google.com, e appartengono tutte ai rispettivi proprietari originali)

Annunci