Il Borneo della tribù dei Penan

0 copertina martedì penan188110

Il Borneo è una di quelle aree del nostro pianeta che, al solo nominarle, evocano viaggi ed escursioni avventurose, circondati dalla foresta tropicale più antica del mondo.

borneoimg_1840

Quest’ultima, che si trova di fronte al Mare Cinese meridionale e risale a 150 milioni di anni fa, insieme alla foresta amazzonica è uno dei fondamentali polmoni verdi del mondo

Una selva umida attraversata da diversi corsi d’acqua gonfi e limacciosi che alimentano una delle maggiori biodiversità della Terra! Gli studiosi hanno stimato che ogni 10 chilometri quadrati “contiene” circa 1.500 specie di piante da fiore, 750 specie di alberi, 125 di mammiferi, 400 di uccelli e 150 di farfalle…. Qualcosa di veramente incredibile!

Inoltre la catena montuosa, che raggiunge i 2.000 metri, che fa da confine tra il Borneo malese e quello indonesiano, è circondata da una parte di foresta tanto fitta da essere quasi impenetrabile!

borneosarawakIMG_0688

Nel Borneo malesiano, il Sarawak, vivono i Penan, conosciuti anche come il Popolo della Foresta, dalla quale ricavano tutto quanto gli serve per vivere, un popolo tranquillo che non ama i conflitti, nonostante in quella regione vivano altri venti popoli indigeni minori, fra i quali i famigerati tagliatori di testa…

Vivono in palafitte erette nella foresta e si nutrono del frutto della loro caccia a maiali selvatici, cervi, leopardi e perfino orsi neri che uccidono con frecce avvelenate scagliate dalle loro cerbottane.

I circa 4.000 membri attuali della tribù dei Penan sono minacciati dal governo malese che li vorrebbe sedentarizzare strappandoli alla loro vita di nomadi della foresta più antica del mondo che soddisfa in tanti modi i loro bisogni fisici e la loro preparazione spirituale….

Alcuni politici di Kuala Lumpur, capitale della Malesia, hanno dichiarato che la loro intenzione è di tirarli fuori dalla jungla per emanciparli ed offrirgli la possibilità di uno stile di vita, secondo loro, decente, ma Mutang Urud, un Penan che da anni si batte per la sua terra e che per questo motivo è stato anche in prigione, ha dichiarato: “ La foresta ci dà protezione, cibo e le sostanze per la nostra medicina. Ci interessa il progresso ma non vogliamo perdere le nostre tradizioni, la storia del mio popolo si sviluppa nella foresta.”

(Tutte le foto sono prese da Google.com, e appartengono tutte ai rispettivi proprietari originali)

Annunci